Gli inizi

 

 

In adempimento al mandato conferitole, la Società, nel periodo a cavallo tra le due guerre, costruì nuove banchine e piazzali portuali, dotandoli delle attrezzature per la movimentazione meccanica delle merci da caricare o scaricare sulle navi; al contempo acquisì vaste aree, poste a nord del Porto di Livorno, che allora avevano prevalentemente destinazione agricola; ne curò la bonifica, attraverso importanti opere di consolidamento dei terreni e di regimentazione delle acque; ne progettò l'uso a scopi logistici e produttivi; realizzò piazzali, strade, ferrovie, reti per la distribuzione dei pubblici servizi; lottizzò le aree per assegnarle alle imprese che s'impegnavano ad intervenire con processi produttivi e di trasformazione delle merci che arrivavano sul Porto di Livorno o che, tramite esso, venivano spedite altrove.

 

Spil fu in sostanza la protagonista dello sviluppo portuale e industriale di Livorno fino alla seconda guerra mondiale.

 

 

 

bottoncino torna a storia