I contenuti progettuali

 

 

Il “Progetto di Restauro conservativo di Palazzo Ciuffardi” ha mirato, in primo luogo, al mantenimento dell’identità e del valore storico dell’immobile, impreziosito, in molte parti, da decori architettonici ed artistici.

 

L’intervento è stato caratterizzato da:

 

- Assenza di opere che comportassero significative variazioni di tipo strutturale: sono state lasciate intatte le aperture originarie di porte e finestre, è stata preservata l’ampiezza dell’androne di ingresso (gli ascensori sono stati nascosti nella chiostra interna), sono state mantenute le differenti altezze pavimento/soffitto che variano ai diversi piani dello stabile.

 

- Valorizzazione dei decori architettonici ed artistici: sono stati impiegati restauratori professionisti che hanno lavorato a fregi e affreschi, riportando alla luce anche quelli non più riconoscibili.

 

- Scelta di materiali originali o compatibili: per le parti di edificio che è stato necessario ricostruire (soffitti, scale, infissi…) sono stati utilizzati criteri realizzativi e componenti che potessero ben sposarsi con il contesto e, dove possibile, sono state riproposte le scelte architettoniche originarie (travi a vista ai soffitti, scale in pietra serena, ringhiere in ferro battuto…).