I risultati dell’intervento

 

 

La realizzazione del Parco Industriale di Guasticce nell’area ex CMF si è articolata in due fasi di approntamento:

 

 

Fase 1: realizzazione del Comparto Produttivo in Via Francia.

Fase 2: realizzazione del Comparto Servizi in Via Spagna.

 

Anche l’attività di marketing territoriale di Spil ha attraversato due momenti diversi, quello di attrazione di investimenti di imprese manifatturiere dimensionate e quello di attrazione di investimenti di piccole e medie imprese artigianali o di servizio. Nel Comparto Produttivo, che si estende lungo Via Francia, hanno trovato la loro collocazione società dei settorI: componentistica auto, ferrotranviario, gomma, logistica integrata, trasporti, alcune delle quali appartengono a grossi gruppi multinazionali e nazionali. Il Comparto Servizi, che si trova invece lungo Via Spagna, è stato concepito anche allo scopo di supportare la aziende di produzione e di lavorazione attraverso l’offerta di prestazioni utili alle loro attività e al loro sviluppo, da parte di microimprese artigianali o del terziario. Oggi il Parco Industriale di Guasticce rappresenta uno dei più importanti poli produttivi della costa toscana ed è composto, come detto, da un nutrito pool di imprese variamente dimensionate e razionalmente localizzate su un territorio pianificato e dotato di nuove infrastrutture, viabilità, servizi, parcheggi e ampie zone a verde. Da un punto di vista urbanistico ed edilizio il Parco Industriale, per quanto sopporti la presenza di importanti strutture a destinazione produttiva, è comunque caratterizzato da un’elevata sostenibilità ambientale, con un basso impatto in termini di emissioni e rumorosità. L’attuale contesto edificatorio, pur caratterizzato da funzioni diversificate, esprime un’appropriata coerenza ed omogeneità architettonica. In tutto, nel Parco Industriale, sono presenti 30 aziende con circa 1500 addetti; tenendo conto degli spazi ancora disponibili, si prevede l’insediamento di almeno ulteriori 10 nuove piccole imprese.